27 Luglio 2022

Muscoli e sostanza nel pitturato: è Andrea Caridi il nuovo centro della Virtus



La Virtus trova la sua dimensione sotto canestro con l’arrivo di Andrea Caridi. Centro classe 1998, porterà centimetri e muscoli alla causa rossoblu, forte della lunga esperienza maturata tra C Gold e serie B. Dopo le giovanili tra Verona e Ferrara, con la quale è stato anche aggregato in serie A2, Caridi ha girato l’Italia tra C Gold e serie B, categoria nella quale ha militato con la maglia di Palermo. Lo scorso anno è tornato a giocare in C Gold prima in Emilia Romagna a Castelnovo, dove in 9 partite ha fatto registrare più di 11 punti e 6 rimbalzi di media, e poi in Lombardia a Lumezzane, esperienza conclusa a 9.8 punti di media a partita con i quali ha contribuito alla cavalcata nei Playoff terminata ad un passo dalla promozione in serie B con la sconfitta in Gara 3. Alla Virtus indosserà la maglia numero 5.


«Sono molto felice della scelta che ho fatto e della fiducia che mi ha dato il coach – afferma Caridi – Sono pronto per fare una bella stagione, ci aspettiamo di far bene. Potrò portare in dote alla squadra le mie qualità, su tutte la fisicità e la presenza sotto canestro su entrambi i lati del campo».

Caridi andrà ad inserirsi all’interno del gruppo come elemento di qualità e di sostanza sotto ai tabelloni, dove non farà mancare la fisicità e la voglia di lottare per la maglia, caratteristiche che lo hanno sempre contraddistinto nella sua carriera.

«Siamo contenti di annunciare l’arrivo di Andrea perché fin da subito ha dimostrato grande voglia di sposare il nostro progetto, e questa è una delle caratteristiche principali che cercavamo – commenta il ds rossoblu Gabriele Voltolini – E’ un giocatore di 24 anni ma con grande esperienza alle spalle, di grande solidità nel pitturato che è quello che un po’ mancava alla squadra. Siamo certi che la sua grande voglia di fare sarà un valore aggiunto per il nostro gruppo, non vediamo l’ora di cominciare e di metterci a lavoro sul campo».

«Andrea è il giocatore con le caratteristiche che in quel ruolo cercavo fin dall’inizio del mercato. Grande fisicità, dinamismo, presenza a rimbalzo ma soprattutto tanto “lavoro sporco” – dice coach Franceschini – È un giocatore che ha sempre disputato ottimi campionati in gironi tosti come quello Lombardo o dell’Emilia Romagna, ma ha anche disputato un anno in serie B a Palermo con buoni numeri, senza dimenticare che anche lui viene da un settore giovanile di livello avendo assaggiato da aggregato la A2 a Ferrara. La trattativa è stata molto veloce grazie alla volontà di Andrea che ha sposato al 100% in pieno il nostro progetto e ha capito le potenzialità che ha la nostra organizzazione».