5 Marzo 2020

L’Acea torna alla vittoria: battuta La Spezia



ACEA VIRTUS SIENA – SPEZIA BASKET CLUB 75-73 (21-11; 43-38; 59-50)

VIRTUS: Bartoletti 11, Lenardon 5, Bianchi 3, Sabia ne, Olleia 15, Cerpi ne, Imbrò 11, Ndour 6, Nepi 12, Casoni 12, Terni ne, Bovo ne. All. Tozzi

SPEZIA: Cimarelli 4, Lauriola 3, Dalpadulo 7, Kibildis 28, Loni 2, Pietrini ne, Fazi 5, Petani 2, Suliauskas 10, Steffanini 12. All. Padovan

Torna alla vittoria l’Acea, che batte lo Spezia Basket Club al termine di una gara dai due volti, in cui i rossoblu, avanti per gran parte della partita, hanno subito la rimonta dei liguri, per poi tornare avanti ed imporsi nel finale con una grande difesa.

LA PARTITA: Ottimo avvio della Virtus, che si porta subito in vantaggio per 7-2. Si sveglia La Spezia, che torna a contatto, ma l’Acea continua a macinare gioco offensivo, anche grazie a un’ottima difesa che porta a molte palle recuperate che si trasformano in contropiedi. La rubata con canestro di Olleia vale il +10 (19-9), vantaggio che negli ultimi minuti potrebbe anche dilatarsi se non fosse per le palle perse, con i rossoblu che riescono a chiudere comunque sul 21-11 con la recuperata e l’assist con tunnel di Bartoletti per Casoni. Nel secondo quarto si svegliano le bocche di fuoco degli ospiti, Suliauskas e Kibildis, che guidano gli ospiti alla rimonta. La Virtus resiste agli attacchi che riportano gli spezzini anche a -1, e con l’ottimo lavoro sotto canestro di Casoni, sia dal punto di vista realizzativo che di rimbalzi, e la precisione dalla lunetta di Nepi tengono in piedi l’Acea, che nell’ultimo minuto subisce comunque due triple di Kibildis che fissano il punteggio a metà partita sul 43-38.

Il terzo quarto si apre con la tripla di Lenardon che dà il +12 ai rossoblu. L’Acea rimane sempre intorno alla doppia cifra di vantaggio, senza permettere a La Spezia di tornare a contatto ma neanche spaccando la partita con un parziale, chiudendo la terza frazione comunque in vantaggio 59-50. Nell’ultimo periodo sale in cattedra Kibildis, che mette in mostra tutto il proprio potenziale offensivo segnando da solo i canestri che riportano gli ospiti in partita. La Virtus fatica in attacco, e due sanguinose palle perse concedono facili contropiedi ai liguri, che i bianconeri sfruttano portandosi in vantaggio, per la prima volta nella partita, a 3 minuti dalla fine, sul 68-67. Impattato il punteggio a quota 68, la Virtus trova il vantaggio a 40 secondi dal termine con una penetrazione di Bartoletti. Dalla parte opposta è lo stesso playmaker rossoblu che mette su una grande difesa contro Kibildis, che sbaglia la conclusione. Con 24 secondi rimasti sul cronometro si scatena la girandola dei tiri liberi, che vede l’1/2 di Nepi e il 4/4 di Imbrò mettere fine alla partita, che si chiude con la tripla del solito Kibildis che serve solo a fissare il punteggio finale sul 75-73.