3 Gennaio 2020

L’Acea inizia il 2020. Domani al via le Final Four di Coppa Toscana



L’Acea è pronta ad iniziare il 2020. Non in campionato, visto che la serie C Gold non riprenderà il via prima della prossima settimana, ma con le Final Four di Coppa Toscana, che saranno disputate al Palasport Mario Agata di Arezzo in questo weekend.

Domani alle ore 21 i rossoblu affronteranno in semifinale i padroni di casa di Arezzo, mentre l’altra semifinale vedrà affrontarsi alle 17 Olimpia Legnaia e Spezia Basket Club.

La Virtus si è qualificata vincendo in prestagione il girone A, nel quale era inserita insieme a Vismederi Costone, Colle Basket e Gea Grosseto, e la sfida da dentro-fuori nei quarti di finale contro Quarrata. Arezzo invece si è qualificata alle Final Four eliminando ai quarti Agliana con un netto 70-106.

In campionato la Virtus ha battuto la Amen Arezzo alla settima giornata, superando gli aretini al PalaPerucatti per 81-78, al termine di una partita molto combattuta risolta soltanto negli ultimi secondi.

Ecco le parole del vice coach della Virtus Andrea Spinello in vista delle Final Four:

Il 2020 inizia con le Final Four di Coppa Toscana. In semifinale affronterete Arezzo, che squadra è?

«Indubbiamente è un’ottima squadra, che fa della sua forza la coppia di esterni Di Bartolo e Rodriguez assieme a Tenev, che ha anche una dimensione interna, e Cutini, il numero 4, sempre pericoloso. Attorno a loro c’è lo zoccolo duro che lo scorso anno ha vinto il campionato. Giocano in casa, quindi daranno sicuramente qualcosa in più per non sfigurare davanti al proprio pubblico: sarà una partita non facile contro una squadra temibile. In campionato fu una partita lottata fino all’ultimo minuto».

Nell’altra semifinale invece si affrontano Legnaia e La Spezia

«Legnaia la conosciamo bene, perché ci abbiamo giocato in casa ed è stata sicuramente la sorpresa del campionato in avvio. E’ una squadra solida che forse ha perso qualcosa nelle ultime giornate, ma rimane una delle migliori difese del campionato. Spezia è un’ottima squadra; quando andammo là in campionato mancava uno dei loro migliori giocatori, Kibildis, che ora è rientrato. Sono al completo come quando ottennero la qualificazione alle Final Four eliminando la Pielle Livorno in trasferta, 84-89».

In palio il primo trofeo della stagione, la Virtus come arriva alle Final Four?

«E’ un trofeo che non abbiamo mai vinto, ci teniamo molto a fare bene. Stiamo bene, arriviamo dalla partita di Chiusi dove, nonostante la sconfitta, abbiamo giocato un’ottima gara che ci ha dato consapevolezza dei nostri mezzi. Andiamo ad Arezzo per fare del nostro meglio».