4 Dicembre 2022

La Virtus vince a Quarrata e si rilancia



CONSORZIO LEONARDO QUARRATA – STOSA VIRTUS SIENA 66-78 (18-23; 32-45; 50-60)

QUARRATA: Zucconi ne, Balducci 5, Ianuale 12, Cantrè 3, Falaschi 10, Rossi 6, Regoli Fe. 12, Frati ne, Riccio 18, Frangioni ne, Calugi ne, Regoli Fr. All. Tonfoni

VIRTUS: Berardi 8, Cacciatori ne, Bartoletti 15, Banchero 11, Caridi 11, Bianchi 8, Ricciardelli ne, Olleia 8, Costantini 8, Imbrò 2, Calvellini 7. All. Franceschini

Grande vittoria per la Virtus che espugna il PalaMelo di Quarrata, si rialza dopo le due sconfitte di misura e ferma a cinque la striscia di vittorie dei padroni di casa. Una prestazione autorevole quella dei rossoblu, padroni della partita sin dal primo quarto grazie all’aggressività difensiva e alle ottime soluzioni offensive trovate lungo tutto l’arco dei 40 minuti.

Dopo una partenza a rilento con un 6-0 dei padroni di casa la partita si mette decisamente nei binari della Virtus, che con un parziale fulminante di 13-0 prende il vantaggio. Quarrata torna a farsi sotto guidata dai canestri di Rossi e Ianuale, ma i rossoblu hanno la mano caldissima dai 6.75 e chiudono il primo quarto in vantaggio 18-23.
A inizio secondo periodo i padroni di casa aumentano l’aggressività in difesa e tra le fila rossoblu rischia di entrare un po’ di nervosismo, ma dopo una sbandamento di qualche minuto (26-25), la Stosa riparte tornando a mettere attenzione in difesa e a cercare tiri in ritmo nella metà campo offensiva. Caridi fa la voce grossa sotto canestro, mentre Costantini, Calvellini e Berardi continuano e mettere a referto canestri importanti. I rossoblu prendono la doppia cifra di vantaggio e il rocambolesco canestro sulla sirena di Costantini manda le squadre negli spogliatoi a metà partita sul 32-45.
Al rientro in campo Quarrata parte forte come nel primo quarto, ma alla Virtus basta un attimo per riassestarsi e tornare a segnare. Le penetrazioni di Banchero mantengono i rossoblu sulla doppia cifra di vantaggio, ed anche dopo il 4° fallo di Cardidi la Stosa non si disunisce, chiudendo la terza frazione sul +10, 50-60.
Nell’ultimo quarto la partita si fa dura, con entrambe le difese che aumentano di intensità. Berardi e Olleia, quest’ultimo in campo dopo una settimana difficile nella quale non si è mai allenato, buttano il cuore oltre l’ostacolo: in difesa reggono senza problemi sotto canestro e in attacco confezionano i canestri che portano i rossoblu sul +17. Quarrata non molla e continua a provarci, ma la partita è ormai in mano ai virtussini che la conducono fino alla sirena finale che suona sul 66-78.

Una vittoria importantissima per la Virtus che si rilancia in classifica. Una prova di forza in trasferta sul parquet della squadra più in forma del campionato, nonostante le indisponibilità di Cacciatori e Ricciardelli e un Olleia a mezzo servizio. Due punti fondamentali frutto di un’ottima prestazione di squadra dalla quale la Stosa dovrà ripartire in vista dei prossimi impegni, a partire dal derby di domenica prossima contro il Costone.