13 Novembre 2022

La Virtus sfiora l’impresa, Castelfiorentino vince all’overtime



SOLETTIFICIO MANETTI ABC CASTELFIORENTINO – STOSA VIRTUS SIENA 71-66 dts (6-14; 35-28; 50-51; 63-63)

Castelfiorentino: Rosi ne, Lazzeri C ne, Corbinelli 2, Pucci 18, Geromin 4, Scali ne, Lilli ne, Nepi 15, Tavarez, Lazzeri A 9, Cantini 8, Belli 15. All. Angiolini.

Stosa: Cacciatori 2, Berardi, Bartoletti 18, Banchero 19, Caridi 5, Bianchi 8, Ricciardelli, Olleia 12, Costantini 1, Imbrò 1, Calvellini. All. Franceschini.

Una buona Virtus sfiora l’impresa a Castelfiorentino. Sul campo di una delle migliori squadre della C Gold i rossoblu tirano fuori una prestazione di carattere e di orgoglio, cadendo soltanto all’overtime.Una partita dura e aggressiva quella dei virtussini, che sono riusciti a imporre il proprio ritmo per buona parte della gara grazie a una difesa solidissima che ha concesso 63 punti nei tempo regolamentari a uno dei migliori attacchi del campionato.

Parte bene la Stosa che entra nel match con la giusta mentalità. I rossoblu sono duri in difesa e riescono a correre bene in attacco, prendendo il primo vantaggio 0-6. La Abc sblocca il punteggio, ma i ragazzi di coach Franceschini continuano a concedere pochissimo portandosi avanti 4-13. Sul finire del quarto fa il suo ingresso in campo il centro vietussini Caridi, rientrato dall’infortunio che lo ha tenuto fuori per qualche partita; è suo l’ultimo punto del quarto che manda le squadre al primo riposo sul 6-14.A inizio secondo quarto i padroni di casa tornano a contatto, con l’attacco che aumenta i giri guidato da Nepi, che segna subendo il fallo per riportare i suoi sul -1. La tripla di Belli vale il primo vantaggio Abc sul 22-20. I rossoblu si scontrano contro una difesa più aggressiva trovando difficoltà nel mettere punti a referto, così Castelfiorentino allunga nel punteggio fino al 35-28 di metà gara.Al rientro in campo il vantaggio della Abc tocca la doppia cifra, ma la reazione dei rossoblu è immediata: parziale di 6-0 e di nuovo a -4. Tornati a contatto i rossoblu non si allontanano a più di un possesso di distanza, trovando nuovamente kl vantaggio con la tripla sulla sirena di Banchero che chiude la terza frazione sul 50-51. Dopo aver chiuso il terzo, lo stesso Banchero apre il quarto quarto con un’altra tripla. Il finale è una battaglia di nervi. I rossoblu lottano con le unghie e con i denti in difesa riuscendo a mantenere il vantaggio, pur sempre di poche lunghezze. Sul +3 un fallo sul tiro da tre manda in lunetta Pucci che non sbaglia, impattando a quota 63 a 27 secondi dal termine. L’ultimo tiro di Bianchi non va, dalla mischia a rimbalzo esce Nepi che corre dall’altra parte e prova una tripla sulla sirena ma sbaglia. Si va all’overtime.La Virtus, che pare un po’ affaticata mentalmente dopo il grande sforzo messo in campo per 40 minuti, fatica soprattutto nella metà campo offensiva.Bianchi prova a dare scossa con tripla ma rimane l’unico canestro dei rossoblu. Castelfiorentino vince 71-66.