N E W S

24/06/2017 FRANCESCO BRACCAGNI NON SARA' SULLA PANCHINA ROSSOBLU' NELLA PROSSIMA STAGIONE

braccagniDopo un’attenta riflessione la Virtus e Francesco Braccagni hanno deciso consensualmente di interrompere la collaborazione relativa alla conduzione della prima squadra. Dopo un primo approccio positivo avvenuto al termine della stagione appena conclusa, sono intervenute alcune situazioni che hanno portato ad una riflessione più approfondita, al termine della quale è emersa la decisione condivisa di sostituire la guida tecnica della squadra. Nei 2 anni con Braccagni la Virtus ha ottenuto grandissimi successi, dalla doppia promozione dalla C Silver alla B della stagione 2015/16, fino al miracolo quasi sfiorato nel campionato appena concluso, con la salvezza in serie B sfuggita solamente ai playout dopo un cammino superlativo in stagione regolare, con i 26 punti conquistati che non sono bastati per ottenere la permanenza nel terzo campionato nazionale, unico caso in tutto il panorama cestistico italiano. La Virtus ringrazia il coach senese per il lavoro svolto in questo biennio, per la dedizione, l’impegno e l’attaccamento ai colori rossoblù. Proprio per dimostrare la riconoscenza e la stima verso l’allenatore e la persona, la società ha proposto già da alcuni mesi a Braccagni un ruolo di assoluto rilievo all’interno della stessa, sia per quanto riguarda il settore giovanile che il minibasket, auspicando di poter proseguire un rapporto umano e professionale molto profondo.

Francesco Braccagni:

«Sono un po’ deluso in questo momento, ma allo stesso tempo felice di aver fatto 2 anni fantastici. Sono grato alla Virtus e al presidente Fabio Bruttini che mi hanno permesso di allenare prima in serie C e poi in B. Forse potevano esserci le condizioni per andare avanti, ma così non è stato e dobbiamo prenderne atto. Questo è lo sport, i risultati sono fondamentali e purtroppo quest’anno non sono andati per il verso giusto. Per questo motivo è logico che sia andata a finire così. Ringrazio tutto lo staff per la collaborazione e per tutto quello che hanno fatto per me, in particolare Gabriele Voltolini, Gioberto Pallari e Fabio Fossi. Un ringraziamento speciale anche alla curva e a tutti i nostri tifosi, che ci hanno accompagnato in questi 2 anni sia in casa che in trasferta. Al momento ho deciso di prendermi una pausa di riflessione e mi dispiace soprattutto per il progetto interessante del settore giovanile e del minibasket e per tutto quello che avevamo creato in questi anni. Se ci saranno le condizioni ideali, adesso o tra qualche mese, decideremo insieme se proseguire».