2 Febbraio 2020

Continua la striscia positiva. Netta vittoria contro Altopascio



ACEA VIRTUS SIENA – BAMA BASKET ALTOPASCIO 80-45 (17-10; 40-24, 55-33)

VIRTUS: Bartoletti 6, Lenardon 8, Bianchi 5, Sabia 3, Olleia 13, Cerpi, Imbrò 2, Ndour 12, Nepi 13, Casoni 9, Terni, Bovo 9. All. Tozzi

ALTOPASCIO: Pellegrini, Pantosti 7, Orsini 10, Lazzeri 6, Malvone 2, Cappa, Giovani 3, Enabulele 3, Meucci 6, Razzoli 8, Simonelli, Trillò. All. Angiolini

Bella vittoria per l’Acea. che al PalaPerucatti vince facilmente contro la Bama Altopascio per 80-45, in una partita condotta sin dal primo quarto, portata a casa grazie ad un’attenta difesa che a guidato i rossoblu ai parziali che hanno spezzato la partita.

LA PARTITA: Avvio contratto dell’Acea, con tante palle perse nei primi minuti che nutrono l’attacco di Altopascio che, guidato da Orsini, si porta in vantaggio 4-8. La Virtus inizia a stringere le maglie in difesa, condizione che permette ai rossoblu di recuperare palloni e correre in transizione, firmando così un parziale di 10-0 che porta i virtussini sul 14-8. Malvone segna e spezza il parziale rossoblu, riportando i suoi sul -4, ma la tripla sulla sirena di Bianchi chiude il primo quarto sul 17-10. La seconda frazione inizia con il passaggio alla difesa a zona degli ospiti, che non permette però ai ragazzi di coach Angiolini di raccogliere i frutti sperati: la Virtus infatti segna con continuità con Ndour, un fattore sotto i tabelloni soprattutto a livello offensivo (12 punti nel primo tempo) e con le triple di Lenardon e Casoni, grazie alle quali vola sul +21 (38-17). Sul finire del quarto Altopascio riesce a ricucire recuperando qualche punto grazie ai viaggi in lunetta di Enabulele e Orsini, con le squadre che tornano negli spogliatoi sul punteggio di 40-24.

Nel terzo quarto la Bama sembra entrare più decisa, con Pantosti e Orsini a reggere l’attacco. La Virtus risponde con Olleia e Casoni, ma Altopascio riesce a tornare sul -13 (46-33) con il canestro di Meucci. La partita entra in una fase molto confusionaria, dalla quale l’Acea riesce ad uscire ad uscire ancora grazie alla difesa, che guida i virtussini ad un parziale di 9-0 nutrito dai canestri di Olleia che porta i rossoblu a chiudere il terzo quarto sul +22, 55-33. L’ultimo quarto è una formalità: la Virtus gestisce il ritmo, tenendo in pugno le redini della gara, e i canestri di Nepi e Bovo servono solo ad aggiustare il punteggio finale, con la partita che termina 80-45.